Pride …

Quello che siamo

La comunità LGBT non è sempre d’accordo con le sfilate dei Gay Pride. Alcuni di noi li giudicano eccessivi. E’ indubbio che i Gay Pride siano stati, e siano ancora adesso, uno strumento fondamentale di testimonianza.
La nostra visibilità è occasione di stimolo alle menti altrui. Con questa convinzione abbiamo creato questo progetto partendo proprio da una community che crede nel valore della testimonianza e nel valore dell’integrazione. Integrazione che è  un rispettoso incontro di differenze e mai un adeguarsi alla maggioranza.

Booking.com
Polonia LGBT sotto attacco

Polonia LGBT sotto attacco

Jaroslaw Kaczyński, leader del partito di governo in Polonia, Libertà e Giustizia, definisce le persone LGBTI una "minaccia per l'identità polacca, per la nazione". La sua collega di partito Elżbieta Kruk si è spinta a dire: "Penso che la Polonia debba essere una...

Tutti i Gay Pride 2019

Tutti i Gay Pride 2019

L'onda arcobaleno è sempre più vicina, siete pronti a riempire di colore le strade di tutte le città in cui si svolgerà il Gay Pride? Lunghi percorsi saranno animati da parate composti da carri, show con musica e tantissimo divertimento. L'onda Pride 2019 è pronta a...

… & More

Quello che facciamo

C’è una cosa che interagisce con gli altri più della visibilità. Quel qualcosa sono le nostre azioni. Il nostro agire rappresenta per noi il MORE complementare al PRIDE.
Questa community LGBT +vuole raccogliere utenti che condividano la nostra visione: fare di questa piattaforma un veicolo per influenzare il mercato, e quindi la società civile, ad un cultura integrativa del mondo LGBT.

6 mesi dopo

6 mesi dopo

Pride & More  6 mesi dopo l'idea!   La nostra Startup sta finendo di prendere forma. In questo periodo abbiamo cercato di strutturare il progetto iniziale. In questi primi sei mesi alcune cose sono state fatte: - Pagina FB, con oltre 14.000 followers - Web...

No al Pinkwashing

No al Pinkwashing

Negli Stati Uniti, molte aziende partecipano ai Pride e sventolano la bandiera arcobaleno. Ma alcune di queste stesse aziende – come AT&T, UPS e Comcast – danno anche molti soldi a politici anti-LGBT+! La loro partecipazione ai Pride è solo una strategia di...

This post is also available in: enEnglish (Inglese)